Progettazione e vendita di cabine elettriche prefabbricate

Cabine prefabbricate omologate ENEL

Le cabine omologate Enel si identificano principalmente nei tre modelli di seguito elencati: MODELLO MONOBOX: Cabina prefabbricata Enel DG 2061 ED.08; Cabina prefabbricata Enel DG 2061 ED.08/MOD.750 doppio Trafo; Cabina prefabbricata Enel EASYSAT ED.01; Cabina prefabbricata Enel DG 2092 ED.03 MODELLO MINI BOX: Cabina prefabbricata Enel MiniBox  DG 2081 ED.05; MODELLO MICRO BOX: Cabina prefabbricata Enel  Microbox  DG 10197 ED.03; Cabina prefabbricata Enel Microbox  DG 10200 PLUS ED.01

Cabina prefabbricata omologata Enel DG 2061 ED.08                                                                        Monobox-Dg2061-Ed8-Enel

La cabina elettrica prefabbricata viene realizzata secondo la specifica tecnica Enel DG 2061 ED.08 del 15/09/2016, dispone di tre matricole:

CON PORTE IN VETRORESINA  MATRICOLA ENEL N° 227280

CON PORTE IN ACCIAIO ZINCATO MATRICOLA ENEL N° 227282

CON PORTE IN ACCIAIO INOX  MATRICOLA ENEL N° 22728

La cabina elettrica omologata Enel è conforme alle seguenti norme e prescrizioni:

• Specifica tecnica DS 920 – Passacavi • Specifiche tecniche DC1003 – Conduttore a corda di rame • Specifiche tecniche DM915 – morsetto portante per conduttore di terra • Specifiche tecniche DM1203 – morsetto bifilare a compressione

• Specifiche tecniche DM1204 – capocorda a compressione • Specifiche tecniche DR1015 – paletto in ferro in profilato d’acciaio

LEGGI E D.M. DI RIFERIMENTO

• Legge 5 Novembre 1971 n. 1086: “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica” • Legge 2 Febbraio 1974 n. 64: “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche” • D .P.R. 6 giugno 2001, n. 380: “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia” • D .M. 14 gennaio 2008: “Nuove norme tecniche per le costruzioni” • D .M. 22 gennaio 2008, n.37: “Disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno di edifici” • Circ olare 2 febbraio 2009, n 617: Istruzioni per l’applicazione delle “Nuove norme tecniche per le costruzioni” di cui al D.M. 14 gennaio 2008

PARETI

Le pareti delle cabine elettriche omologate Enel sono realizzate in conglomerato cementizio vibrato, adeguatamente armate di spessore non inferiore a 9 cm. Durante la fase di getto, posizionati come indicato negli elaborati grafici, sono incorporati gli inserti di acciaio, necessari per il fissaggio della struttura di sostegno dei quadri BT (sia a pavimento che a copertura), per il fissaggio del quadro rack e per l’impianto di messa a terra. Tali inserti, chiusi sul fondo, sono saldati alla struttura metallica e facenti filo con la superficie della parete, del pavimento o della copertura.

COPERTURA

La copertura delle cabine elettriche omologate Enel garantisce un coefficiente medio di trasmissione del calore minore di 3,1 W/°C m²,sarà a due falde – lati corti – ed avrà un pendenza del 2% su ciascuna falda e dovrà essere dotata per la raccolta e l’allontanamento dell’acqua piovana, sui lati lunghi, di due canalette in VTR di spessore di 3 mm, inoltre è protetta da un idoneo manto impermeabilizzante prefabbricato costituito da membrana bitume-polimero, flessibilità a freddo -10° C, armata in filo di poliestere e rivestita superiormente con ardesia, spessore 4 mm (esclusa ardesia), che sormonta la canaletta. La copertura può essere fornita a due falde con pendenza prevedendo un rivestimento in cotto o laterizio (coppi o tegole) oppure in pietra naturale o ardesia. 

SISTEMA DI VENTILAZIONE

Sulla copertura delle cabine Enel sono installati due aspiratori eolici in acciaio inox,  con cuscinetto a bagno d’olio. L’acciaio inox è del tipo AISI 304 (acciaio al Cr-Ni austenitico) come da UNI EN 10088-1:2005. Oltre agli aspiratori eolici, la ventilazione all’interno del monobox è integrata da due finestre di aerazione in resina o in acciaio (DS 927 – DS 926). Gli aspiratori eolici e le finestre di areazione sono isolate elettricamente dall’impianto di terra (CEI EN 50522:2011-07) e dall’armatura incorporata nel calcestruzzo, conformemente a quanto previsto dalla DK 4461.

IMPIANTO ELETTRICO

L’impianto elettrico delle cabine omologate Enel è del tipo sfilabile, realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo. L’impianto prevede: • n.1 quadro di bassa tensione per l’alimentazione dei servizi ausiliari SA (DY3016/3) che saranno montati sul rack (DY3005). • n.3 lampade di illuminazione, come da specifica tecnica DY3021. • l’alimentazione di ognuna delle lampade di illuminazione è realizzata con due cavi unipolari di 2,5 mm2, in tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo con interruttore unipolare IP>40. Tutti i componenti dell’impianto delle cabine Enel sono contrassegnati con un marchio attestante la conformità alle norme e l’intero impianto elettrico è corredato da dichiarazione di conformità come da DM 22 gennaio 2008, n.37.

IMPIANTO DI MESSA A TERRA

Le cabine omologate Enel  sono dotate di un impianto di terra di protezione a cui sono elettricamente collegati l’armatura incorporata del calcestruzzo e tutti gli inserti metalli previsti. Come prescritto dal documento DK 4461 non vanno collegati all’impianto di terra elementi metallici, come i serramenti e porte, delle cabine secondarie che siano accessibili dall’esterno: ciò consente di usufruire sempre dei benefici derivanti dall’applicazione del provvedimento M 1.1 della norma CEI EN 50522. Il collegamento interno-esterno alla rete di terra delle cabine omologate Enel è realizzato con n. 2 connettori in acciaio inox, annegati nel calcestruzzo o con analogo sistema che abbia le stesse caratteristiche.

GARANZIA

Il costruttore garantisce che tutte le cabine prefabbricate Enel sono conformi ai sensi delle condizioni generali di costruzione, rispettivamente ai sensi delle norme Europee per ciò che concerne i prodotti in calce- struzzo.

CABINA PREFABBRICATA OMOLOGATA ENEL DG 2061 ED.8 DOPPIO TRAFO                                    

La Cabina prefabbricata omologata viene realizzata secondo la specifica tecnica Enel DG 2061 ED.08 del 15/09/2016, dispone di tre matricole Enel:

CON PORTE IN VETRORESINA MATRICOLA ENEL N° 227280
CON PORTE IN ACCIAIO ZINCATO MATRICOLA ENEL N° 227282
CON PORTE IN ACCIAIO INOX MATRICOLA ENEL N° 227283

Le cabine elettriche omologate Enel  sono conformi alle seguenti norme e prescrizioni Enel:
LEGGI E D.M. DI RIFERIMENTO
• Legge 5 Novembre 1971 n. 1086: “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato
cemen tizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica”
• Legge 2 Febbraio 1974 n. 64: “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni
per le zone sismiche”
• D .P.R. 6 giugno 2001, n. 380: “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari
in materia edilizia”
• D .M. 14 gennaio 2008: “Nuove norme tecniche per le costruzioni”
AZIONE SISMICA
Per quanto concerne la valutazione dell’azione sismica delle cabine Enel, a seconda delle modalità costruttive adottate, si possono impiegare diverse metodologie di calcolo. Nel caso in cui si ammetta un comportamento strutturale dissipativo si effettuerà una progettazione agli stati limiti ultimi.

BASAMENTO
Preliminarmente alla posa in opera della cabina omologata Enel, sul sito viene interrata la vasca di fondazione prefabbricata realizzata in monoblocco con profondità interna di 50 cm. Tra il box ed il basamento è previsto un collegamento meccanico (come da punto 7.2.1 del DM 14/01/2008) prevedendo un sistema di accoppiamento tale da impedire eventuali spostamenti orizzontali della cabina stessa ed un sistema di sigillatura al contatto box-vasca, tale da garantire una perfetta tenuta all’acqua. Il basamento è dotato di 10 fori di diametro pari a 200 mm per il passaggio dei cavi MT, 8 fori di diametro pari a 200 mm per il passaggio di cavi BT e 4 fori di diametro pari a 200 mm per il passaggio dei cavi per il Rack (DY 3005).
I suddetti fori sono posizionati ad una distanza dal fondo della vasca tale da consentire il contenimento dell’eventuale olio fuoriuscito dal trasformatore, fissato in un volume corrispondente a 600 litri.

PAVIMENTO
Il pavimento delle cabine omologate Enel è  a struttura portante ed è realizzato in conglomerato cementizio vibrato, adeguatamente armato di spessore non inferiore a 13 cm e resiste tranquillamente i seguenti carichi:
• carico permanente, uniformemente distribuito di 600 daN/m²;
• carico mobile lato trasformatore di 4500 daN;
• carico mobile lato scomparti MT di 3000 daN.
Sul pavimento delle cabine omologate Enel sono previste:
• apertura di dimensioni 650 mm x 2800 mm per quadri MT;
• apertura di dimensioni 300 mm x 150 mm per il trasformatore MT/BT per l’accesso alla vasca di fondazione dei cavi MT;
• apertura di dimensioni 1000 mm x 600 mm completa di plotta di copertura removibile in VTR avente un peso inferiore a 25 daN e una capacità portante tale da poter sopportare
• un carico concentrato in mezzeria di 750 daN;

PARETI
Le pareti delle cabine omologate Enel sono realizzate in conglomerato cementizio vibrato, adeguatamente armate di spessore non inferiore a 9 cm. Durante la fase di getto, posizionati come indicato negli elaborati grafici, sono incorporati gli inserti di acciaio, necessari per il fissaggio della struttura di sostegno dei quadri BT (sia a pavimento che a copertura), per il fissaggio del quadro rack e per l’impianto di messa a terra. Tali inserti, chiusi sul fondo, sono saldati alla struttura metallica e facenti filo con la superficie della parete, del pavimento o della copertura. 

COPERTURA
La copertura delle cabine elettriche Enel garantisce un coefficiente medio di trasmissione del calore minore di 3,1W/°C m²,sarà a due falde – lati corti – ed avrà un pendenza del 2% su ciascuna falda e dovrà essere dotata per la raccolta e l’allontanamento dell’acqua piovana, sui lati lunghi, di due canalette in VTR di spessore di 3 mm, inoltre è protetta da un idoneo manto impermeabilizzante prefabbricato costituito da membrana bitume-polimero, flessibilità a freddo -10° C, armata in filo di poliestere e rivestita superiormente con ardesia, spessore 4
mm (esclusa ardesia), che sormonta la canaletta. La copertura può essere fornita a due falde con pendenza prevedendo un rivestimento in cotto o laterizio (coppi o tegole) oppure in pietra naturale o ardesia.

RIFINITURE
Il monobox è perfettamente rifinito sia internamente che esternamente. Gli eventuali giunti di unione delle strutture e tutto il perimetro del box nel punto di appoggio con il basamento sono sigillati per una perfetta tenuta d’acqua. Le pareti esterne delle cabine Enel sono trattate con rivestimento murale plastico idrorepellente costituito da resine sintetiche pregiate, polvere di quarzo, ossidi coloranti ed additivi che garantiscano il perfetto ancoraggio sul manufatto, resistenza agli agenti atmosferici anche in ambiente industriale e marino. 

SISTEMA DI VENTILAZIONE
Sulla copertura delle cabine omologate Enel sono installati tre aspiratori eolici in acciaio inox, del tipo con cuscinetto a bagno d’olio. L’acciaio inox è del tipo AISI 304 (acciaio al Cr-Ni austenitico) come da UNI EN 10088- 1:2005. Oltre agli aspiratori eolici, la ventilazione all’interno della cabina elettrica è integrata da due finestre di aerazione in resina o in acciaio (DS 927 – DS 926). Gli aspiratori eolici e le finestre di areazione sono isolate elettricamente dall’impianto di terra (CEI EN 50522:2011-07) e dall’armatura incorporata nel calcestruzzo, conformemente a quanto previsto dalla DK 4461.

IMPIANTO ELETTRICO
L’impianto elettrico delle cabine omologate Enel è del tipo sfilabile, realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo come da specifiche Enel.

IMPIANTO DI MESSA A TERRA
La cabina elettrica Enel è dotata di un impianto di terra di protezione a cui sono elettricamente collegati l’armatura incorporata del calcestruzzo e tutti gli inserti previsti. Come prescritto dal documento DK 4461 non vanno collegati all’impianto di terra elementi metallici, come i serramenti e porte, delle cabine secondarie che siano accessibili dall’esterno: ciò consente di usufruire sempre dei benefici derivanti dall’applicazione del provvedimento M 1.1 della norma CEI EN 50522. Il collegamento interno-esterno alla rete di terra è realizzato con n. 2 connettori in acciaio inox, annegati nel calcestruzzo o con analogo sistema che abbia le stesse caratteristiche. I connettori sono dotati di boccole filettate a tenuta stagna, per il collegamento della rete di terra, facenti filo con la superficie interna ed esterna della vasca. 

GARANZIA

Il costruttore garantisce che tutte le cabine elettriche Enel sono conformi ai sensi delle condizioni generali di costruzione, rispettivamente ai sensi delle norme Europee per ciò che concerne i prodotti in calcestruzzo.

CABINA PREFABBRICATA ENEL EASYDAT ED. 01 DEL 18.03.2015                                

La Cabina viene realizzata secondo la specifica tecnica E-distribuzione EASYSAT ED.01
del 18/03/2015 in particolare in conformità alle seguenti specifiche Enel:  DY900;DY3009;DY3101;DG2092;DT796;DY3016;DS3055;DJ5400;DV7070;DV970 La cabina viene realizzata con una struttura in monoblocco al fine di ottenere una vera e propriagabbia di Faraday. 

IMPIANTO ELETTRICO
L’impianto elettrico della cabina Enel è del tipo sfilabile, realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo.
Tutti i componenti dell’impianto sono contrassegnati con un marchio attestante la conformità alle norme e l’intero impianto elettrico è corredato da dichiarazione di conformità come da DM 22 gennaio 2008, n.37.

GARANZIA

Il costruttore garantisce che tutti i prodotti sono conformi ai sensi delle condizioni generali di costruzione, rispettivamente ai sensi delle norme Europee per ciò che concerne i prodotti in calcestruzzo.

CABINA PREFABBRICATA ENEL DG2092 ED.3 DEL 15.09.2016                                     Monobox- Dg2092- Enel- Ed- 3-

La Cabina elettrica viene realizzata secondo la specifica tecnica Enel DG 2092 ED.03 del

15/09/2016.La cabina elettrica Enel è conforme  alle seguenti norme e prescrizioni:

• Legge 5 novembre 1971 n. 1086 “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato
cemen tizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica”.
• Legge 2 febbraio 1974 n. 64: “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche”.
• D .P.R. 6 giugno 2001, n. 380: “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”.
• D .M. 14 gennaio 2008: “Nuove norme tecniche per le costruzioni”.

BASAMENTO
Preliminarmente alla posa in opera della cabina Enel, sul sito viene interrato il basamento d’appoggio prefabbricato realizzato in monoblocco con profondità interna di 50 cm. Tra il box ed il basamento è previsto un collegamento meccanico (come da punto 7.2.1 del DM 14/01/2008) prevedendo un sistema di accoppiamento tale da impedire eventuali spostamenti orizzontali del box stesso ed un sistema di sigillatura al contatto box-vasca, tale da garantire una perfetta tenuta all’acqua. 

PAVIMENTO
Il pavimento della cabina Enel è a struttura portante ed è realizzato in conglomerato cementizio vibrato, adeguatamente armato di spessore non inferiore a 13 cm e resiste tranquillamente i seguenti carichi:
• carico permanente, uniformemente distribuito di 600 daN/m²;
• carico mobile lato trasformatore di 4500 daN.
• carico mobile lato scomparti MT di 3000 daN.

PARETI
Le pareti delle cabine elettriche Enel sono realizzate in conglomerato cementizio vibrato, adeguatamente armate di spessore non inferiore a 9 cm. Durante la fase di getto, posizionati come indicato negli elaborati grafici, sono incorporati gli inserti di acciaio, necessari per il fissaggio della struttura di sostegno dei quadri BT (sia a pavimento che a copertura), per il fissaggio del quadro rack e per l’impianto di messa a
terra. 

COPERTURA
La copertura della cabine Enel garantisce un coefficiente medio di trasmissione del calore minore di 3,1 W/°C m²,sarà a due falde – lati corti – ed avrà un pendenza del 2% su ciascuna falda e dovrà essere dotata per la raccolta e l’allontanamento dell’acqua piovana, sui lati lunghi, di due canalette in VTR di spessore di 3 mm, inoltre è protetta da un idoneo manto impermeabilizzante prefabbricato costituito da membrana bitume-polimero.

SISTEMA DI VENTILAZIONE
Sulla copertura delle cabine Enel sono installati due aspiratori eolici in acciaio inox, del tipo con cuscinetto a bagno d’olio. L’acciaio inox è del tipo AISI 304 (acciaio al Cr-Ni austenitico) come da UNI EN 10088-1:2005. Oltre agli aspiratori eolici, la ventilazione all’interno delle cabine Enel è integrata da due finestre di aerazione in resina o in acciaio (DS 927 – DS 926). 

IMPIANTO ELETTRICO
L’’impianto elettrico delle cabine Enel, del tipo sfilabile, è realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo consente la connessione di tutti gli apparati necessari per il funzionamento della cabina (SA, UP, ecc.).

IMPIANTO DI MESSA A TERRA

La cabina elettrica Enel è dotata di un impianto di terra di protezione dimensionato in base alle prescrizioni di Legge ed alle Norme CEI EN 50522: 2011-03 (CEI 99-3) E CEI EN 61936 -1: 2011-03 (CEI 99-2). Il collegamento interno-esterno alla rete di terra è realizzato con n. 2 connettori in acciaio inox, annegati nel calcestruzzo o con analogo sistema che abbia le stesse caratteristiche. I connettori sono dotati di boccole filettate a tenuta stagna, per il collegamento della rete di terra, facenti filo con la superficie interna ed esterna della vasca. 
n° 1 Vasca di fondazione prefabbricata con nr 3 fori flangia, di altezza utile interna 500 mm, con parete divisoria tra vano Enel e vano misure (par. 7.7.1 CEI99-2 perdita  di  liquido isolante e protezione dell’acqua del sottosuolo.Manto impermeabilizzante prefabbricato costituito da membrana bitume-polimero con flessibilità a freddo -10 ° C armata in filo di poliestere e rivestita superiormente con ardesia, spessore 4 mm (esclusa ardesia), sormontato dalla canaletta.Quadro elettrico per servizi ausiliari –omologati – tipo DY3016/3 versione perRack (DY 3005) (con trasformatore di isolamento)Armadio rack Cassetta portachiavi vano misura (misure minime 150mmx150mm) Supporto quadro BT DS3055 Flange a frattura prestabilita (carico di rottura >3000N)

GARANZIA

La cabina elettrica Enel è coperta da garanzia secondo legislazione vigente.

CABINA PREFABBRICATA OMOLOGATA ENEL MINIBOX DG2081 ED. NR 5                                                                                                                                                           

La Cabina viene realizzata secondo la specifica tecnica Enel DG 2081 ED.05 del 15/09/2016, dispone di una matricola:

CABINA MINIBOX ENEL MATRICOLA N° 227481                                                          

CAMPO DI APPLICAZIONE
Le presenti prescrizioni si applicano alla cabina prefabbricata Enel modello Minibox  in calcestruzzo
armato per quadri 24 kV isolati in esafluoruro di zolfo (SF6).
Il monobox è  conforme alle seguenti norme e prescrizioni:
Leggi e D.M.
• Legge 5 No vembre 1971 n. 1086: “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica”
• Legge 2 Febbraio 1974 n. 64: “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche”
• D .P.R. 6 giugno 2001, n. 380: “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”
• D .M. 14 gennaio 2008: “Nuove norme tecniche per le costruzioni”

FONDO E PARETI
La cabina omologata Enel è realizzata come monoblocco ovvero il fondo è realizzato in corpo unico con le pareti. La cabina sarà interrata in opera (per una altezza di 500 mm) e, al fine di preservare da eventuali infiltrazioni d’acqua dal terreno circostante, il fondo è trattato con rivestimento liquido protettivo, impermeabile ed elastico a base di resine acriliche elastomeriche esenti da solventi. Sui due fronti, lato porte, sono previsti i fori per il passaggio dei cavi. Tali fori sono predisposti di flange a frattura prestabilita. 

COPERTURA
Al fine di consentire l’introduzione del trasformatore e del quadro 24 kV, l’elemento di copertura della cabina omologata Enel è smontabile agendo esclusivamente dall’interno del manufatto. La copertura è protetta da un idoneo manto impermeabilizzante costituito da membrana bitume – polimero, flessibilità a freddo -10° C, armata in filo di poliestere e rivestita superiormente con ardesia, spessore 4 mm (esclusa ardesia); garantisce un coefficiente medio di trasmissione del calore minore di 3,1 W/°C m²; E’ realizzata a due falde sui lati corti e ciascuna falda dovrà avere una pendenza del 2%.

IMPIANTO ELETTRICO
Per la cabina omologata Enel è previsto un impianto elettrico per la connessione di tutti gli apparati necessari per il funzionamento della cabina (quadro servizi ausiliari, lampade, ecc.); tale impianto è del tipo sfilabile, realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo . 

IMPIANTO DI MESSA A TERRA
La cabina elettrica omologata Enel è dotata di un impianto di terra di protezione a cui sono elettricamente collegati l’armatura incorporata del calcestruzzo e tutti gli inserti metalli previsti. Come prescritto dal documento DK 4461 non vanno collegati all’impianto di terra elementi metallici, come i serramenti e porte, delle cabine secondarie che siano accessibili dall’esterno: ciò consente di usufruire sempre dei benefici derivanti dall’applicazione del provvedimento M 1.1 della norma CEI EN 50522. Il collegamento interno-esterno alla rete di terra è realizzato con n. 2 connettori in acciaio inox, annegati nel calcestruzzo o con analogo sistema che abbia le stesse caratteristiche. 

GARANZIA

La cabina elettrica omologata Enel modello Minibox è coperta da garanzia come da leggi vigenti.

Cabina prefabbricata omologata Enel modello MICRO BOX DG 10197 ED.03                                  

La Cabina viene realizzata secondo la specifica tecnica E-distribuzione DG 10197 ED.03 del 15/09/2016, dispone di una matricola:

MATRICOLA CABINA PREFABBRICATA MICROBOX ENEL N. 227510

Il monobox è conforme alle seguenti norme e prescrizioni:
• Legge 5 novembre 1971 n. 1086
• Legge 2 febbraio 1974 n. 64
• Decreto 14 gennaio 2008 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti
• Norme CEI 60529
• Norme CEI 60439-5
• Norme CEI 17-63
• Norme CEI 7-6
• Norme UNI ISO 2081
• Tabella unificazione DS 988
• Tabella unificazione DS 4559
• Tabella unificazione DS 4548
• Tabella unificazione DH 2480
• Tabella unificazione DM4121
• Documento Global Standard GSCG002 – TCA
PIASTRA D’APPOGGIO
La piastra d’appoggio della cabina omologata Enel deve fare da pavimento interno è costituita da un unico elemento realizzato in calcestruzzo armato prefabbricato. E’ ammesso, nella parte inferiore della piastra, un vano d’alleggerimento purché la pressione sul terreno risulti inferiore a 0,8 daN/cmq. Il profilo della base deve essere sagomato in modo da contenere con un idoneo incastro la struttura sovrastante e consentire l’areazione. 

TETTO E PARETI
Le pareti ed il solaio di copertura della cabina omologata Enel sono realizzati in calcestruzzo di cemento armato, avere uno spessore minimo di cm 7, sono esenti da rugosità, vuoti o altri difetti che possano infirmare la resistenza meccanica e l’aspetto estetico del manufatto. Sotto la gronda ci sono ricavate delle aperture di aerazione, delimitate da un telaio di acciaio zincato (CEI 7-6) di spessore 15/10 e protette da lamiera forata 10×10 mm.

RIFINITURE
La cabina prefabbricata Enel è perfettamente rifinita sia internamente che esternamente. Le pareti esterne sono rivestite con intonaco murale plastico idrorepellente, costituito da resine sintetiche pregiate e polvere di quarzo, ossidi coloranti ed additivi che garantiscano il perfetto ancoraggio sul manufatto, resistenza agli agenti atmosferici anche in ambiente industriale e marino, inalterabilità agli sbalzi di temperatura (da -20° a +60°C). Salvo diversa richiesta di e-distribuzione il colore è il RAL 6005. I bordi delle aperture per il passaggio cavi sono rifiniti in modo da non presentare spigoli vivi, e ferri sporgenti.
IMPIANTO DI MESSA A TERRA

La cabina elettrica Enel è dotata di un impianto di terra di protezione a cui sono elettricamente collegati l’armatura incorporata del calcestruzzo e tutti gli inserti metalli previsti. Come prescritto dal documento DK 4461 non vanno collegati all’impianto di terra elementi metallici, come i serramenti e porte, delle cabine secondarie che siano accessibili dall’esterno: ciò consente di usufruire sempre dei benefici derivanti dall’applicazione del provvedimento M 1.1 della norma CEI EN 50522. 

GARANZIA

Il nostro prodotto per difettosità di fabbrica come elementi strutturali intonaci guaine ed
infiltrazioni è coperto da garanzia.

Cabina prefabbricata omologata Enel modello  MICROBOX PLUS DG 10200 ED.01                        

La Cabina viene realizzata secondo la specifica tecnica E-distribuzione DG 10200 ED.01
del 15/09/2016, dispone di una matricola:

MATRICOLA CABINA PREFABBRICATA ENEL MODELLO MICROBOX N. 227511

CAMPO DI APPLICAZIONE
La cabina Microbox Plus si utilizza come punto di trasformazione sezionabile collegato in antenna con potenza installata fino a 250 kVA. Il monobox e’ conforme alle recenti norme e prescrizion Enel.

FONDO E PARETI
La cabina omologata Enel è interrata in opera (per una altezza di 500 mm) e, al fine di preservare da eventuali infiltrazioni d’acqua dal terreno circostante, il fondo è trattato con rivestimento liquido protettivo, impermeabile ed elastico a base di resine acriliche elastomeriche esenti da solventi. Su tale fondo della cabina sono previsti tre fori da 200 mm ,uno per il passaggio dei cavi MT e due per quelli BT in prossimità delle apparecchiature. Tali fori sono predisposti di flange a frattura prestabilita verso l’esterno e predisposti per l’installazione dei passacavi (foro cilindrico e superficie interna levigata) conformi alla specifica tecnica DS920; tali passacavi montati dall’interno garantiscono i requisiti di tenuta stagna anche in assenza dei cavi. 

COPERTURA
Al fine di consentire l’introduzione del trasformatore e del quadro MT, l’elemento di copertura della cabina Enel è smontabile agendo esclusivamente dall’interno del manufatto. La copertura è protetta da un idoneo manto impermeabilizzante costituito da membrana bitume – polimero, flessibilità a freddo -10° C, armata in filo di poliestere e rivestita superiormente con ardesia, spessore 4 mm (esclusa ardesia); inoltre garantisce un coefficiente medio di trasmissione del calore minore di 3,1 W/°C m²; Detta copertura è realizzata a due falde sui lati corti e ciascuna falda dovrà avere una pendenza del 2%.La copertura deve prevedere un sistema di sollevamento tramite n.4 golfari M16 predisposti lateralmente alla copertura stessa. Detti golfari vengono rimossi dopo l’installazione della copertura e gli inserti sono corredati di tappi in plastica.

IMPIANTO ELETTRICO
E’ previsto un impianto elettrico per la connessione di tutti gli apparati necessari per il funzionamento della cabina omologata Enel (quadro servizi ausiliari, lampade, ecc.); tale impianto è del tipo sfilabile, realizzato con cavo unipolare di tipo antifiamma, con tubo in materiale isolante incorporato nel calcestruzzo. L’impianto prevede:
n.1 quadro di bassa tensione per l’alimentazione dei servizi ausiliari (DY 3016/1) alimentato dal quadro BT DY3009 con conduttori unipolari 4x6mm2 NO7V-K CEI 20-22; n.2 lampade di illuminazione (specifica tecnica DY3021), collegate con il quadro servizi ausiliari DY3016/1 con cavi unipolari 2×2,5 mm2 NO7V-K CEI 20-22. Tutti i componenti dell’impianto sono contrassegnati con un marchio attestante la conformità alle norme e l’intero impianto elettrico è corredato da dichiarazione di conformità come da DM 22 gennaio 2008, n.37.

IMPIANTO DI MESSA A TERRA
La cabina elettrica omologata Enel Microbox Plus è dotata di un impianto di terra di protezione a cui sono elettricamente collegati l’armatura incorporata del calcestruzzo e tutti gli inserti metallici previsti. La porta e i pannelli di areazione del vano trasformatore e gli elementi metallici accessibili dall’esterno non sono collegati all’impianto di terra (CEI EN 50522:2011- 07). Sono previste due connessioni dell’impianto di terra dall’interno all’esterno della cabina realizzate con due connettori in acciaio inox, posizionati diametralmente opposti tra loro e annegati nel calcestruzzo e collegati all’armatura. I connettori sono dotati di boccole filettate a tenuta stagna, per il collegamento della rete di terra, facenti filo con la superficie interna ed esterna delle pareti. 

GARANZIA

La cabina omologata Enel modello Microbox Plus DG 10200 Ed 01 è coperta da garanzia come da leggi vigenti.

Chi Siamo

Siamo alla continua ricerca di soluzioni tecniche all’avanguardia nello sviluppo delle nostre offerte, consigliando alla nostra clientela, con la quale abbiamo un rapporto di massima fiducia e collaborazione, le soluzioni più convenienti anche dal punto di vista economico, coniugandole con una accurata scelta dei materiali da impiegare negli impianti. La nostra lunga esperienza in campo, ci permette di trovare quasi sempre le migliori soluzioni. Le richieste dei nostri clienti sono al primo posto, possiamo garantire un efficiente servizio tecnico/commerciale da quando ci viene chiesta la disponibilità dei materiali, passando attraverso la codifica e il processo dell’ordine, seguendo attentamente poi l’iter delle consegne, fino all’assistenza postvendita.
Per saperne di più

Foto galleria cabine prefabbricate omologate ENEL

Ottieni gratis e in pochi click un preventivo per cabine prefabbricate omologate ENEL

Più informazioni